lunedì

Cosa o chi è l'Ego?


L'ego è tutto ciò che ci muove, quando riceviamo lodi o critiche! Ed entrambi sono falsi. Perché? Tutta la percezione è una proiezione. Ciò che vediamo all'esterno, è il nostro stato mentale, riflesso. Quando siamo innamorati, vediamo tutto bello, colorato, perché vediamo il mondo come ci sentiamo. Quindi questo significa anche che quando vediamo la guerra fuori, è solo la nostra guerra riflessa. Visto in positivo, è bello, ma in negativo non vogliamo che molte volte ci assumiamo la responsabilità e preferiamo dare la colpa a chiunque se ne vada. L'ego è la paura, è l'opposto dell'Amore, quell'energia che ci ha creati e lo stesso che ci consente di essere co-creatori.



La paura è una parte naturale della macchina, della nostra parte fisica, la paura è inscritta come un sistema di sopravvivenza. Grazie alla paura, non ci buttiamo al quinto piano o ci troviamo di fronte a un treno, sin dall'inizio dei tempi, la paura è stata un grande strumento per vivere e imparare dall'esperienza. La macchina viene attivata con paura per il volo o per combattere. Ma quello era prima, quando vivevamo nelle caverne.



Oggi abbiamo risolto la maggior parte dei nostri bisogni e la paura è ancora presente, come un allarme, se un soffitto cade vicino a noi, non ci pensiamo nemmeno e saltiamo per evitarlo! Succede in automatico ed è una meraviglia che il nostro corpo unico reagisca dall'inconscio per tenerci in vita. Ma da lì per dare tanto spazio alla paura, è pazzesco.



Avevamo paura della morte, dimenticando che la vita è eterna, che ciò che muore o che scade è il corpo e che non siamo un corpo, abbiamo un corpo Quello che siamo è uno spirito, che non si ammala, non invecchia, non muore.



Un'altra paura comune era quella di "ammalarsi", pensavamo di essere un corpo e pensavamo anche che il corpo fosse un veicolo fragile e potesse facilmente smettere di funzionare, pensando che la salute fosse un dono, che non tutti abbiamo avuto o quasi nessuno ha mantenuto. Dimenticando che la cosa naturale è essere sani. Oggi è dimostrato che il nostro corpo esprime attraverso i sintomi, i nostri pensieri e le emozioni negative, inviando un messaggio in modo che il pensiero o l'emozione siano corretti e la salute sia ripristinata nella macchina.



Paura di "abbandono" siamo stati educati a cercare la felicità al di fuori di noi stessi, di fatto in qualcun altro, facendoci sentire incompleti, credendo che fossimo una mezza arancia e avessimo bisogno di trovare qualcun altro. Nessuno ci parlò dell'amore di sé, che valeva la pena amare se stessi e poi condividere quell'amore con qualcun altro, invece di aspettare che l'altra persona ci rendesse felici.



E la paura del pensiero della "povertà" che non c'era abbastanza, che non era abbastanza, o semplicemente che non lo meritavamo. Viviamo in un mondo abbondante, dove tutto il Cosmo cospira con noi e non ci siamo resi conto, che era il nostro pensiero di scarsità e paura che impediva il bene e la prosperità di fluire a noi.



Si dice che dove c'è paura, non c'è amore e che dove c'è amore, non c'è paura, anche dove dove c'è amore c'è tutto! Non possiamo sradicare la paura delle nostre vite, ma possiamo togliere il potere, non prenderci così seriamente, o personalmente tutto ciò che ci accade e come dice S. Agostino "Amare e fare ciò che vuoi" torna alla nostra energia originale, l'amore. E ricorda che la carità inizia a casa.



Martha ti vuole

Share this